Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Aire e fisco italiano

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Aire e fisco italiano

    Salve a tutti e buon anno
    Avrei un paio di domande per le quali potrei avere risposta solo in Italia:
    Innanzitutto vivo in Messico da molti anni, dove possiedo una piccola ditta e sono iscritto all'Aire; vengo raramente in Italia e solo per brevissimi periodi;
    Ho una moglie messicana con cittadinanza italiana (acquisita).
    Un paio di anni fa, in seguito ad un gravissimo incidente accaduto in Italia mia moglie e' stata ospitalizzata per un paio di mesi, essendo italiana, l'economato dell'ospedale mi ha consigliato di farle riprendere immediatamente la residenza in Italia per non dover pagare tutte le spese ospedaliere, circa 60.000 euro; cosi' ho fatto; Il fatto e' accaduto i primi di dicembre del 2017; A fine gennaio e' potuta ritornare in messico dove si e' immediatamente reiscritta all'Aire, iscrizione effettiva a partire da aprile 2018;
    Di questi giorni ci e' arrivata una cartella esattoriale per 18000 euro, riguardante la ditta messicana posseduta da mia moglie;
    Immagino che questa richiesta riguardi proprio questa ditta;
    Nei mesi da ottobre 2017 ad aprile 2018 non c'e' stata fatturazione;
    Quindi 2 mesi di permanenza in Italia e nessuna fatturazione fino a maggio 2018.
    Perche' mi e' arrivato quel pagamento?
    Cosa posso fare?

    Seconda domanda, in francia ho ancora un vecchio conto con poco meno di 14000 euro, che ora vorrei estinguere e trasferire negli Usa su di un CC NON residente, principalmente per avere una riserva in valuta; lo stato italiano verrebbe informato della cosa?

    Un grazie anticipato per l'ospitalita'

  • #2
    Buongiorno, io innanzi tutto verificherei con ADE a quali redditi si riferisce tale cartella.
    [URL="https://www.prestigeintercorp.com/"]Informazioni e Consulenze[/URL]

    Comment


    • #3
      Ti ringrazio per la risposta ma ADE e' in Italia ed io in Messico.
      La cartella si riferisce a delle fatture emesse dalla ditta messicana verso ditte italiane alle quali sono stati forniti dei servizi ai loro clienti extraeuropei; si tratta di automazione industriale;
      Probabilmente sono arrivati a queste fatture, peraltro assolutamente regolari, controllando l'operato di queste ditte italiane per via informatica;
      Tutte queste fatture sono state emesse ben prima della temporanea ripresa della residenza da parte di mia moglie;
      Se chiedo a voi e' perche' nessun commercialista italiano da informazioni se non di persona e quelli messicani sanno solo di casa loro.
      Se pensate che voglia sfruttare i servizi italiani, ho pagato contributi per la salute per oltre 30 anni, utilizzando questi servizi (per mia fortuna) solo per un qualche esame del sangue di tanto in tanto, pensavo che dopo avere tanto contribuito avessi un qualche diritto, altrimenti pagare per niente si chiama estorsione.

      Comment


      • #4
        La cosa é interessante, entra nel dettaglio. Puoi mica postare la cartella (obliterando ovviamente dati sensibili) cosí la situazione risulterá piú chiara.

        Comment


        • #5
          questa e forte come cosa ! dove ti hanno spedito questa notifica in messico ? non ci credo ancora. magari pure come raccomandata

          mi sarei aspettato piu una raccomandata al tuo vecchio indirizzo italiano. secondo me sono le spese ospedaliere . quando sei entrato in ospedale non avevi una residenza, ed hai detto che si trattava di un incidente. quindi piuttosto imprevisto come evento. e quando hai preso la residenza non potevi andare a ritroso scrivendo indietro nel tempo per intenderci . quindi avendo dato i tuo documento che suppongo italiano ma con l'indirizzo aire loro hanno mandato le spese li.
          ho un caso quasi analogo sulla mia pelle, avendo usufruito del prontosoccorso mi ero messo inginocchio pregandogli di pagare subito per evitare la trafila successiva ma non ce stato nulla da fare. mi sono arrivate raccomadate dal mio paese Eu che se ne lavava le mani ed ora mi aspetto la cartella anche io... purtroppo capita.
          non scrivetemi perche no me ne frega niente.

          Comment


          • #6
            Probabile sia accaduto quanto detto da Hero. Riprendere la residenza dopo aver subito l'incidente serve a poco, specialmente perché una volta dimessa si è re-iscritta Aire. Senza contare che in caso di trasferimento in Italia da parte di espatriato tutti i redditi prodotti l'anno precedente l'iscrizione all'anagrafe nazionale possono essere ricondotti a tassazione italiana in determinati casi ( come nel caso di attività verso aziende italiane ).
            [URL="https://www.prestigeintercorp.com/"]Informazioni e Consulenze[/URL]

            Comment


            • #7
              .

              .Non ho elementi certi per stabilire se la richiesta potesse essere relativa al ricovero ospedaliero, ovvero ai redditi conseguenti la residenza italiana, seppur temporanea.
              Entrambe potrebbero essere ragionevoli, propendo però per l'ipotesi di afratton, secondo cui la residenza, automaticamente ritenuta anche fiscale, implica l'imposizione dei redditi, conseguiti ovunque nel mondo, nel periodo d'imposta precedente il fatto e, nel caso di permanenza oltre i fatidici 183 giorni, anche quello dell'anno dell'evento.
              All'AdE ti potresti comunque rivolgere anche con e-mail.

              Comment


              • #8
                Tenete presente che a quanto sembra le istituzioni preposte hanno il dente particolarmente avvelenato con chi richiede prestazioni allo Stato ( reddito cittadinanza, ISEE ) pur non avendone realmente i requisiti. Il fatto di prendere la residenza a fini ospedalieri potrebbe rientrare nella fattispecie.
                [URL="https://www.prestigeintercorp.com/"]Informazioni e Consulenze[/URL]

                Comment

                Working...
                X