Annuncio

Collapse
No announcement yet.

cc leupay o banca tradizionale offshore crs

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • cc leupay o banca tradizionale offshore crs

    Salve a tutti.
    so che e un argomento gia trattato sul forum, ho fatto una ricerca ma non ho trovato molte info.
    se con il crs si scambiano info sul cc. tipo nome cognome, residenza, saldo, una persona che possiede un conto corrente tipo in belize e lo svuota mantenendolo con un saldo basso tipo 300 dollari (per svuotarlo intendo con prelievi con carta di debito o credito) non dovrebbe avere problemi con il fisco italiano, giusto?
    non so se ce una differenza se il conto e corporate o personale.

  • #2
    Originariamente Scritto da mcnamara Visualizza Messaggio
    Salve a tutti.
    so che e un argomento gia trattato sul forum, ho fatto una ricerca ma non ho trovato molte info.
    se con il crs si scambiano info sul cc. tipo nome cognome, residenza, saldo, una persona che possiede un conto corrente tipo in belize e lo svuota mantenendolo con un saldo basso tipo 300 dollari (per svuotarlo intendo con prelievi con carta di debito o credito) non dovrebbe avere problemi con il fisco italiano, giusto?
    non so se ce una differenza se il conto e corporate o personale.
    Se sei residente in Italia hai l'obbligo di dichiarare nel riquadro RW un qualsiasi conto detenuto all'estero, tranne nei seguenti casi:
    - saldo non superiore a € 15000;
    - giacenza media non superiore a € 5000 (ai fini IVAFE).
    In tal senso vi è una specifica legge nazionale: [URL="http://www.paradisi-fiscali.com/entries/320-Art-2-L-186-2014"]Art. 2 L. 186/2014[/URL]

    PS: una piccola novità la puoi trovare qui [URL="http://www.paradisi-fiscali.com/15-questioni-legali-fiscali-commerciali-tecniche-e-informatiche/11713-investimenti-esteri-nel-quadro-rw-solo-se-fruttiferi"]Sent. 70/2/2018[/URL]
    Last edited by International; 01/02/2018, 10:24.
    Quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto, l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato, l'ultimo animale libero ucciso.
    Vi accorgerete che non si può mangiare il denaro. (Orso in piedi. Sioux)

    Comment


    • #3
      Quindi se lo tengo sempre basso sotto i 300 nn dovrei avere problemi giusto? Ce differenza se è un conto personale o business?

      Inviato dal mio ASUS_Z00UD utilizzando Tapatalk

      Comment


      • #4
        E fattibile la cosa?

        Inviato dal mio ASUS_Z00UD utilizzando Tapatalk

        Comment


        • #5
          Originariamente Scritto da International Visualizza Messaggio
          Se sei residente in Italia hai l'obbligo di dichiarare nel riquadro RW un qualsiasi conto detenuto all'estero, tranne nei seguenti casi:
          - saldo non superiore a € 15000;
          - giacenza media non superiore a € 5000 (ai fini IVAFE).
          In tal senso vi è una specifica legge nazionale: [URL="http://www.paradisi-fiscali.com/entries/320-Art-2-L-186-2014"]Art. 2 L. 186/2014[/URL]

          PS: una piccola novità la puoi trovare qui [URL="http://www.paradisi-fiscali.com/15-questioni-legali-fiscali-commerciali-tecniche-e-informatiche/11713-investimenti-esteri-nel-quadro-rw-solo-se-fruttiferi"]Sent. 70/2/2018[/URL]

          Scusa ok la giacenza media sotto i 5000, ma è corretto il saldo a 15.000 o ince i 15000 sono riferiti alle transazioni annue nel periodo di imposta. Cerco di spiegamri meglio se io non ho mai un saldo 15K ma ho un volume di entrata di 20K va dichiarato ?

          Saluti

          Comment


          • #6
            Originariamente Scritto da DELETE Visualizza Messaggio
            Scusa ok la giacenza media sotto i 5000, ma è corretto il saldo a 15.000 o ince i 15000 sono riferiti alle transazioni annue nel periodo di imposta. Cerco di spiegamri meglio se io non ho mai un saldo 15K ma ho un volume di entrata di 20K va dichiarato ?

            Saluti
            trovato su un altro forum.
            "l’obbligo di monitoraggio non sussiste per i depositi e conti correnti bancari costituiti all’estero il cui valore massimo
            complessivo raggiunto nel corso del periodo d’imposta non sia superiore a 15.000 euro (art. 2 della legge n. 186 del
            2014); resta fermo l’obbligo di compilazione del quadro laddove sia dovuta l’IVafe."

            quidi se superi i 15000 euro va duchiarato

            Comment


            • #7
              Va dichiarato ai fini IVAFE se superi i 5000 euro di giacenza media .
              L'obbligo di monitoraggio è comunque assolutamente ininfluente nel nostro caso . Il conto estero non va dichiarato ( sempre appunto che non superi i 5000 euro di giacenza media annuale ) ,solo ed esclusivamente se alimentato da propri risparmi già tassati in Italia .

              Mi pare chiaro ed ovvio che se fate depositare su un qualsiasi conto estero fondi provenienti da attività di cui non dichiarate i proventi , siete comunque perseguibili .

              Non prendete sempre solo quello che vi comodo dalla legislazione
              [URL="https://www.prestigeintercorp.com/"]Informazioni e Consulenze[/URL]

              Comment

              Working...
              X