Annuncio

Collapse
No announcement yet.

incorporazione prop trading co

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • incorporazione prop trading co

    ciao a tutti,
    dopo un po si tempo (avevamo iniziato a costruire il tutto a maggio) e molti muri contro i quali ci siamo dovuti scontrare e consulenze discordati, siamo ancora in ballo per definire sta benedetta cosa e decidere il posto migliore in cui incorporare la prop co....

    situazione attuale:
    insiema ad alcuni soci stiamo cercando di capire dove incorporare una prop trading
    al momento le soluzioni possibli sono

    1) detenuta/partecipata da holding ch esistente
    2) società ex-novo
    • Fino adora avevamo svolto le ricerche considerando la soluzione 1) partendo come forma societaria di preferenza sulla ltd uk per grado di flessibilità, forme di partecipazione (emissione shares di classe A/B o forme di partecipazione che consentano ai soci di entrare ed uscire con facilità) ed efficienza sia da un punto di vista di costituzione che di costi di incorporazione e di mantenimento

    Abbiamo subiti riscontrato difficoltà perche la Co opererebbe sia su mercati tradizionali che crypto ...e appena sentono crypto a differenza di quanto bellamente sbandierato a fini marketing, chiudono tutti la porta (banche in testa) quindi banca CH niente e UK accontonata (anche per registrarla quando sentono crypto gambe levate).
    Per poter lavorare con questa configurazine ci hanno consigliato: Singapore, HK, IOM, Cayman, Malta.

    alcuni dei soci non vogliono cayman, altri malta, altri singapore.....a questo punto insieme ad un gruppo ristretto dei soci abbiamo pensato di valutare ed optare per la soluzione 2) e qui si riapre tutta la partita
    Considerando che i soci sono ita, ch, hk, canada dove diavolo andiamo a metterla questa company? Delaware? Irlanda? Danimarca?


    grazie
    Last edited by warriortrading; 11/07/2018, 13:46.

  • #2
    Solo un appunto : per registrare la UK nessuno chiede nulla , nè documenti nè altro . Puoi pure intestare le quote a Paperino .

    Comment


    • #3
      Ah , quì a Malta è appena stata approvata la normativa per blockchain e crypto , ció non significa che ti aprano il conto.
      HK ti hanno detto una cavolata : è tra le opzioni vietate e le banche si guardano bene dall’operare con società di questo settore.
      Delaware ok ma il conto lo apti in US ( e non mi risultano ben viste le crypto dalle locali banche )
      Fatela in Estonia e con poco vi prendete la regolare licenza.

      Comment


      • #4
        Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
        Ah , quì a Malta è appena stata approvata la normativa per blockchain e crypto , ció non significa che ti aprano il conto.
        però rimane una soluzione percorribile, corretto?
        Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
        Delaware ok ma il conto lo apti in US ( e non mi risultano ben viste le crypto dalle locali banche )
        OK, scartata
        Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
        Fatela in Estonia e con poco vi prendete la regolare licenza.
        Ah...si possono avere più info? A quale licenza ti riferisci?
        Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
        Solo un appunto : per registrare la UK nessuno chiede nulla , nè documenti nè altro . Puoi pure intestare le quote a Paperino

        quindi mi sono solo rivolto alle aziende sbagliate ... e quindi resta opzione valida?
        pensare che sono pure un megastudio di avvocati .... chepppppallle .... mi indirizzi ad un formation agent decente e un commercialista che sappia quello che fa?
        Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
        HK ti hanno detto una cavolata : è tra le opzioni vietate e le banche si guardano bene dall’operare con società di questo settore.

        ma come !?!?! ma tutti sti svizzeri ci dicono che è la cosa migliore !?!?! cosa vuol dire "opzione vietata"??

        Comment


        • #5
          In USA le banche solo che vedono nel nome della società una attinenza con cripto anche molto velata, chiudono conto senza indagare se davvero operi o meno con cripto.FIno al mese scorso ci si poteva orietare con le trade unions, adesso anche quelle sbandierano orgogliose il loro no secco a cripto .La FED ha emanato una circolare anche per tutte le banche estere che operano con cripto che hanno come banche intermediarie le banche USA o che hanno come conti beneficiari conti in valuta dollaro USA. Quindi il conto che devi aprire deve essere in una valuta non USD, senza banche beneficiarie USA, e non in giurisdizione nemiche delle Cripto , HK, UK, USA , Panama e America Latina tutta , Canada, e riscontrato personalmente Singapore con banche come OCBC, DBS che apertamente non accettano bonifici da e per exchanger e non vogliono società in questi business.Ti rimane l Europa, in parte ancora aperta alle cripto, e dice bene afratton Estonia , ma senza alcun anonimato, e poche altre.

          Comment


          • #6
            Tutto dipende, la puoi aprire ovunque ma dipende da quali connessioni hai.
            Gibilterra, IOM, Olanda, Germania, Irlanda. Hong Kong assolutamente sì ma dipende. Panama. Solo per citarne alcune.
            Non conta il nome del paese conta chi ti introduce a chi.
            I megastudio fanno quello che fai tu col computer (dopo anni di ricerca e passione) ma a volte servono a mandare quella singola email o fare quella singola call che ti risolve tutto e fa accadere le cose.

            Comment


            • #7
              Originariamente Scritto da Atelier Visualizza Messaggio
              ..... giurisdizione nemiche delle Cripto , HK, UK, USA , Panama e America Latina tutta , Canada, e riscontrato personalmente Singapore con banche come OCBC, DBS che apertamente non accettano bonifici da e per exchanger e non vogliono società in questi business.
              anche Singapore era un opzione che avevano proposto ....non so più che dire...

              Originariamente Scritto da Atelier Visualizza Messaggio
              Ti rimane l Europa, in parte ancora aperta alle cripto, e dice bene afratton Estonia , ma senza alcun anonimato, e poche altre.
              l'anonimato non è un requisito che ci interessa
              quindi EU....Malta (forse), Estonia...poi?

              Comment


              • #8
                Ti consiglierei una LP Canadese , li le cripto non sono viste male e a quanto ne so in Canada le banche sono open se il tema cripto rimane secondario al tuo core business , o almeno che non acquisti una licenza per trattare critpo in modo professionale, inoltre il Canada riserba ancora un certo grado di privacy .Devi essere in loco per aprire una LP e conto.Esistono davvero bravi brokers che ti fanno LP e bank introductory e vai li solo quando la banca da Ok per le firme. Cayman impossibile, non trattano crypto manco fossi miliardario. In Offshore solo BVI le tratta , vedi Bitfinex .. Comunque ti sconsiglio vivamente di prendere una società aperta in un posto A e conto in Posto B, ormai sta storia delle soc in un posto e conto in un altra non funziona e solo ti limita maggiormente con le banche quelle serie.Quindi scegli un posto dove incorporare vacci e aprici pure il conto.Per quanto riguarda la privacy , so che oggi non serve a molto, dato che in realtà neanche è facile averne di 100%, ma non ho capito se vivi o meno in Italia, perchè a questo punto ti direi di risiedere veramente e fisicamente all'estero , prendendoti una residenza in un paese che non rompa ed abbia una tassazione territoriale , cosi limiti veramente eventuali problemi fiscali e paghi meno tasse possibili,ma funziona se ci vivi veramente e ti iscrivi veramente all'AIRE e direi che sarebbe la prima mossa da fare.

                Comment


                • #9
                  Stamattina sono impegnato tra IRD & MFSA , appena rientro ti rispondo.

                  Comment


                  • #10
                    Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
                    Stamattina sono impegnato tra IRD & MFSA , appena rientro ti rispondo.
                    grazie

                    Comment


                    • #11
                      Dunque , per quanto riguarda Estonia :
                      https://www.crypto-license.com/

                      UK : formare una società è il minimo , il problema è sempre la banca ed insieme l'ottenimento della licenza .

                      Gibilterra : se operi solo con crypto personali non serve licenza ,altrimenti è richiesta .

                      Hong Kong , lista di attvità comunemente rifiutate dalle banche :
                      - vendita armi
                      - servizi parabancari
                      - strumenti finanziari
                      - Commodity trading
                      - Gambling
                      - Affiliazioni , payouts
                      - Virtual Currency
                      - Farmacie online
                      - transazioni in-out
                      - adult
                      - US company
                      - Criptovalute

                      Comment


                      • #12
                        Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
                        - transazioni in-out
                        Posso chiederti cosa intendi esattamente?

                        Comment


                        • #13
                          Entrano 100 e dopo 5 minuti escono 99

                          Comment


                          • #14
                            Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
                            Dunque , per quanto riguarda Estonia :
                            https://www.crypto-license.com/


                            ok, grazie. per quello che vogliamo fare non sere licenza che è necesaria solo se si vuole mettere in piedi un exchange

                            Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
                            UK : formare una società è il minimo , il problema è sempre la banca ed insieme l'ottenimento della licenza .
                            anche qui non serve licenza, il problema sono le banche che non vogliono crypto (a meno che non siano gli amici degli amici a portarle)

                            Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
                            Gibilterra : se operi solo con crypto personali non serve licenza ,altrimenti è richiesta .
                            Qui pare sia sempre necessaria licenza a seconda dell'interpretazione della norma "...any company that stores or transmits value belonging to others using the distributed ledger technology in of from Gibraltar now needs to be authorised by the Gibraltar Financial Services Commission (GFSC) as a DLT Provider"

                            Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
                            Hong Kong , lista di attvità comunemente rifiutate dalle banche :
                            - vendita armi
                            - servizi parabancari
                            - strumenti finanziari
                            - Commodity trading
                            - Gambling
                            - Affiliazioni , payouts
                            - Virtual Currency
                            - Farmacie online
                            - transazioni in-out
                            - adult
                            - US company
                            - Criptovalute
                            a HK non si può lavorare per legge

                            ci rimane l'Irlanda

                            Comment


                            • #15
                              Non hai capito : se vi serve o meno la licenza lo stabilisce la banca. La legge impone i requisiti minimi ,ma le banche possono richiedere requisiti più restrittivi a loro piacimento .
                              Se le banca ti chiede licenza ,o provvedi ad averla o ciccia . Indipendentemente dal fatto che la legge lo richieda o meno .
                              Lo ripeto anche a te come ho già fatto decine di altre volte : se pensate di andare a dire alle banche quali docuementi dovete produrre e quali no ,specie in ambito offshore , non farete molta strada nell'apertura dei conti .
                              Regola base : la banca chiede , voi rispondete e fornite quanto richiesto .
                              Seconda regola base ( ad HK la riporta pure il Company Register ) : la banca non ha nessun obbligo giuridico di aprire il conto , pure se la società è residente nella stessa giurisdizione . La banca non è tenuta nemmeno a dare un motivazione per il rifiuto .
                              Seconda regola base - bis : aprire una società nel Paese X non garantisce di conseguenza l'ottenimento di un conto bancario bancario per la suddetta nello stesso Paese .

                              Comment

                              Working...
                              X