Annuncio

Collapse
No announcement yet.

LETTERA DA HMRC (AGENZIA DELLE ENTRATE INGLESE) PER RESIDENTE UK

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • LETTERA DA HMRC (AGENZIA DELLE ENTRATE INGLESE) PER RESIDENTE UK

    Buongiorno

    son residente UK e questa settimana ho ricevuto una lettera da HMRC in cui mi comunicano che io posso aver conseguito un'interesse su proprieta' estere o redditi esteri o gain su cui potrei dover pagare tasse in UK.

    Precisano che hanno ottenuto queste informazioni tramite gli accordi sullo scambio di informazioni con gli altri Paesi.

    Mi invitano a controllare che io abbia comunicato loro tutti i miei obblighi finanziari e di compilare un modulo (entro il 19 Dicembre) che mi hanno mandato in cui devo operare una scelta tra 2 opzioni:

    1. Ho riscontrato ulteriori obblighi finanziari che andro' a comunicare utilizzando la Worldwide Disclosure Facility all'indirizzo www....

    2. Non ho da comunicare alcun obbligo finanziario

    Aggiungo che fino all'ultima dichiarazione dei redditi (31.1.19) ho sempre optato per la arising base dato che non percepivo rilevanti redditi esteri.
    A partire da quest'anno quindi per la prossima dichiarazione dei redditi (31.1.20) stavo pensando di optare per la remittance base - proprio perche' effettivamente ho ricevuto redditi esteri (su conto estero) prodotti all'estero (Paese UE/no Italia) e non rimessi in UK a partire dall'Agosto 2018 ogni mese fino all'Agosto 2019.

    La mia domanda, rivolta agli esperti di fisco UK (che magari hanno conoscenza di una situazione simile), e' secondo voi HMRC si riferisce a questi redditi?
    Me lo chiedo perche' mi sorprende la tempestivita' dal momento che questi redditi fanno riferimento all'anno fiscale 2018-2019 (qui in uk si va dal 6 Aprile 18 al 5 Aprile 19) per il quale il termine per la dichiarazione dei redditi (che non ho ancora presentato) e' il 31.1.20
    Voglio dire..mi chiedono se io ho delle liabilities non dichiarate quando ancora non ho presentato una dichiarazione dei redditi per il periodo per il quale mi contesterebbero quei redditi.

    Spero di esser stato chiaro e vi ringrazio!

    PS: qualora non si riferissero a quei redditi...ma a qualcosa di precedente all'Agosto 2018 si tratterebbe di somme moolto inferiori che ho ricevuto tramite PayPal su una serie di account da me aperti...o al mio conto italiano da residente estero su cui dal settembre 2017 non ricevo alcun gain e che prima di allora ho dichiarato sempre tutto... potrebbe essere verosimile?
    Last edited by Hampshire; 24/11/2019, 06:41.

  • #2
    Potrebbe trattarsi di Paypal e della "serie di account" visto che solitamente hanno sede in UK .

    Comment


    • #3
      Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
      Potrebbe trattarsi di Paypal e della "serie di account" visto che solitamente hanno sede in UK .

      permettimi scusa ma la lettera che ho ricevuto fa riferimento a redditi esteri ("overseas")

      Comment


      • #4
        Ma non potrebbe essere relativo al conto che Hampshire ha in Italia, che in qualche modo la banca in Italia o l' ADE ha sambiato tramite CSR le informazioni sul conto Italia con HRMC? Contribuente fiscalmente residente in UK con conto in Italia. La banca o l' ADE informano l' HMRC che invia la lettera al cliente.

        In UK per avvalersi della remittance basis e' piu' complesso di dove sono io in Irlanda, anche se per il resto poi e' tutto simile a UK. Se non erro in UK c'e' l'obbligo di fare il tax return elencando i redditi esteri e selezionando la casella non-domiciled per avvalersi della remittance basis. Qui in Irlanda non c'e' bisogno di dicharare i redditi esteri se non sono oggetto di tassazione in Irlanda, solo di selezionare non-domiciled nel tax return. Avendo detto cio', magari vogliono solo sapere se tali conti/redditi in Italia avrebbero dovuto essere tassati anche in UK. Non tutti i redditi generati all'estero anche se non rimessi sono tax free. Le eredita' ad esempio non lo sono se hai trascorso piu di 5 anni qui in Irlanda. Una volta pagata la tassa in Italia devi pagare la differenza sulla tassa UK/Irlanda che e' molto piu' alta di quella Italiana. Stessa cosa per vari prodotti fiscali, ETF domiciliati in Europa, Edge funds ecc. Penso che in UK ci siano piu' o meno le stesse regole. Quindi magari sono venuti a sapere del conto Italiano di Hampshire e vogliono solo sapere se non ha pendenze con l' HMRC
        Last edited by piedone16; 26/11/2019, 22:38.

        Comment


        • #5
          Originariamente Scritto da Hampshire Visualizza Messaggio
          2. Non ho da comunicare alcun obbligo finanziario

          sei davvero il primo caso in tutta la rete che vedo , secondo me e parlo a neofita UK , hanno sparato nel mucchio, se non ti allegano informazioni piu dettagliate uno che fa ? io avdrei secco per il punto 2


          pero quella scritta liabilities ...... mi sa tanto che ti vogliono suggerire il percorso.

          non scrivetemi perche no me ne frega niente.

          Comment


          • #6
            Originariamente Scritto da Hampshire Visualizza Messaggio
            permettimi scusa ma la lettera che ho ricevuto fa riferimento a redditi esteri ("overseas")
            Redditi esteri "overseas" possono essere intesi come provenienza, non dove sono depositati.
            Se io sul mio conto maltese ricevo un bonifico da società BVI, potrebbe essere inteso come reddito BVI.

            Comment


            • #7
              Se ti sei iscritto all'aire come residente in UK per il fisco italiano risulti residente in UK e saranno trasmessi da AdE ad HMRC tutti i dati dei tuoi conti in Italia ed anche i tuoi immobili indipendentemente dal fatto che hanno generato reddito. Perché ti stai facendo tassare sulla arising base ? Con quella hai obblighi dichiarativi dei beni mobili ed immobili detenuti all'estero. Avresti dovuto semplicemente attivare in dichiarazione le spunte di non domiciliato in UK e quella della remittance base. Se attivi la remittance base non hai nessun obbligo dichiarativo dei tuoi assets fuori UK fintanto che non li rimetti in UK (eg. trasferisci o usi in UK).
              Two roads diverged in a wood, and I took the one less traveled by. And that has made all the difference.

              Comment


              • #8
                Originariamente Scritto da afratton Visualizza Messaggio
                Redditi esteri "overseas" possono essere intesi come provenienza, non dove sono depositati.
                Se io sul mio conto maltese ricevo un bonifico da società BVI, potrebbe essere inteso come reddito BVI.
                Consentimi di dissentire la lettera che io ho ricevuto fa preciso riferimento (come ho scritto) agli accordi sullo scambio di informazioni tra i Paesi, tramite i quali accordi sono venuti a conoscenza della presenza di miei redditi/gain esteri.
                Non si sta parlando di redditi provenienti dall'estero su miei conti UK.

                Poi scusa dici che PayPal e' registrata in UK, potrei sbagliarmi, ma a me risulta che in Europa per chiunque apra un conto..quel conto faccia capo al Lussemburgo.

                Comment


                • #9
                  Originariamente Scritto da fabio Visualizza Messaggio
                  Se ti sei iscritto all'aire come residente in UK per il fisco italiano risulti residente in UK e saranno trasmessi da AdE ad HMRC tutti i dati dei tuoi conti in Italia ed anche i tuoi immobili indipendentemente dal fatto che hanno generato reddito. Perché ti stai facendo tassare sulla arising base ? Con quella hai obblighi dichiarativi dei beni mobili ed immobili detenuti all'estero. Avresti dovuto semplicemente attivare in dichiarazione le spunte di non domiciliato in UK e quella della remittance base. Se attivi la remittance base non hai nessun obbligo dichiarativo dei tuoi assets fuori UK fintanto che non li rimetti in UK (eg. trasferisci o usi in UK).
                  Ciao Fabio

                  certo sono iscritto AIRE ad oggi ho sempre optato per l'arising base dal momento che non mi conveniva la remittance.
                  La maggior parte dei redditi provenivano da UK. I miei proventi finanziari restavano sotto la franchigia dei 11k annuali e mi conveniva beneficiare della no-tax area dei 11k.
                  Tutto cio' fino all'Agosto del 2018 ovvero dal momento in cui la situazione si e' capovolta con redditi extra UK superiori a quelli UK.
                  Ergo, come spiegavo, il mio intento per il prossimo tax return con scadenza 31/1/20 che appunto si riferisce al periodo 05/04/18 - 05/04/19, di optare per la remittance base
                  Scusa ma con l'arising base se ho una casa di proprieta' in Italia sfitta dovrei dichiararla? O se ho un conto residente estero dovrei dichiarare quanti soldi ho sul conto pur coi proventi inferiori agli 11k/annui?
                  Last edited by Hampshire; 28/11/2019, 05:48.

                  Comment


                  • #10
                    Originariamente Scritto da HERO Visualizza Messaggio
                    sei davvero il primo caso in tutta la rete che vedo , secondo me e parlo a neofita UK , hanno sparato nel mucchio, se non ti allegano informazioni piu dettagliate uno che fa ? io avdrei secco per il punto 2


                    pero quella scritta liabilities ...... mi sa tanto che ti vogliono suggerire il percorso.

                    Comunque non credo di essere l'unico

                    https://www.taxadvisermagazine.com/a...sets-%E2%80%93

                    HMRC is saying in the letter that they are aware the person has overseas income, not that their tax return is necessarily wrong. However, HMRC do carry out some risk assessment before sending a letter, so it will be essential to check whether the individual’s tax affairs are correct and complete to the best of their knowledge and belief before responding to the letter.

                    In view of the serious consequences of making a false declaration, it may be preferable to respond by letter to HMRC, particularly if, after reviewing their tax affairs, the individual believes that their affairs are correct and up to date and they do not need to make a disclosure. Responding by letter enables an explanation to be included, which could pre-empt further queries by HMRC. If the individual needs to make a disclosure but chooses not to complete the ‘Certificate of tax position’, it would be good practice to respond to HMRC’s letter in writing and advise HMRC that a disclosure via the WDF (or other method) is being made.

                    With data from overseas now being constantly received under AEOI agreements, HMRC are adopting an approach of sending out batches of letters at regular intervals. Members should be aware that this approach will continue for the foreseeable future.



                    Last edited by Hampshire; 28/11/2019, 05:43.

                    Comment


                    • #11
                      Originariamente Scritto da Hampshire Visualizza Messaggio
                      Ciao Fabio

                      certo sono iscritto AIRE ad oggi ho sempre optato per l'arising base dal momento che non mi conveniva la remittance.
                      La maggior parte dei redditi provenivano da UK. I miei proventi finanziari restavano sotto la franchigia dei 11k annuali e mi conveniva beneficiare della no-tax area dei 11k.
                      Tutto cio' fino all'Agosto del 2018 ovvero dal momento in cui la situazione si e' capovolta con redditi extra UK superiori a quelli UK.
                      Ergo, come spiegavo, il mio intento per il prossimo tax return con scadenza 31/1/20 che appunto si riferisce al periodo 05/04/18 - 05/04/19, di optare per la remittance base
                      Scusa ma con l'arising base se ho una casa di proprieta' in Italia sfitta dovrei dichiararla? O se ho un conto residente estero dovrei dichiarare quanti soldi ho sul conto pur coi proventi inferiori agli 11k/annui?

                      Dovresti vedere se sulla dichiarazione vengono richiesti i dati di proprietà all'estero e conti esteri, sinceramente io non mi sono mai interessato perché ho sempre attivato la remittance base e la mia dichiarazione è sempre a zero. Ad ogni modo anche io ho ricevuto quella lettera. Semplicemente l'Italia sta passando questi dati ad HMRC, nel mio caso però avendo attivato la remittance base non ero tenuto a dichiararli quindi nemmeno gli rispondo ad hmrc.
                      Two roads diverged in a wood, and I took the one less traveled by. And that has made all the difference.

                      Comment


                      • #12
                        Originariamente Scritto da fabio Visualizza Messaggio
                        Dovresti vedere se sulla dichiarazione vengono richiesti i dati di proprietà all'estero e conti esteri, sinceramente io non mi sono mai interessato perché ho sempre attivato la remittance base e la mia dichiarazione è sempre a zero. Ad ogni modo anche io ho ricevuto quella lettera. Semplicemente l'Italia sta passando questi dati ad HMRC, nel mio caso però avendo attivato la remittance base non ero tenuto a dichiararli quindi nemmeno gli rispondo ad hmrc.

                        Ho capito ti ringrazio per la risposta.

                        Nel mio caso questa lettera includeva anche un modulo "Certificate of Tax Position" da compilare e rispedire in cui mi si chiede di scegliere tra 2 opzioni:

                        1. Devo aggiornare la mia posizione e quindi ho delle liabilities ed in tal caso dovro' registrarmi alla Worldwide Disclosure Facility
                        2. Non ho nulla da dichiarare.

                        Cio' che mi ha sorpreso e' ricevere questa lettera prima del 31.1 ossia prima della mia dichiarazione dei redditi...e mi si parla di liabilities..facendo intendere che si riferisca ad un periodo antecedente al ta return 2018/19 che devo ancora presentare...laddove i redditi sui conti esteri io li ho ricevuti a cominciare dall'Agosto 2018

                        Comment


                        • #13
                          Non è chiaro dal testo , dicono e non dicono, e restano sul vago, sembra appunto che non possono dire di piu come regola base richiesta dallo scambio, potrebbe essere che non sia l'italia, o semplicemente un errore di scambio, di sicuro se non rispondi se la prendono male ( almeno da come e posto l'argomento) . vorrei entrare nel dettaglio ma non so affatto che posizioni avevi , quanti conti hai aperto etcc..., saldo fine dicembre... per questo loro ti dicono di rivolgerti ad un professionista per stabilire i limiti.
                          Anche l'italia in passato ha fatto operazioni cosi , al limite del lecito, inviando a tutti indiscriminatamente lettere , per inscritti aire di alcune zone.
                          comunque questa resta una discussione interessante per vedere anche l'esito finale.
                          non scrivetemi perche no me ne frega niente.

                          Comment


                          • #14
                            Originariamente Scritto da Hampshire Visualizza Messaggio
                            Consentimi di dissentire la lettera che io ho ricevuto fa preciso riferimento (come ho scritto) agli accordi sullo scambio di informazioni tra i Paesi, tramite i quali accordi sono venuti a conoscenza della presenza di miei redditi/gain esteri.
                            Non si sta parlando di redditi provenienti dall'estero su miei conti UK.

                            Poi scusa dici che PayPal e' registrata in UK, potrei sbagliarmi, ma a me risulta che in Europa per chiunque apra un conto..quel conto faccia capo al Lussemburgo.
                            Ho detto Paypal e serie di account vari.
                            Comunque sia la soluzione è semplice : tu finora eri in arising base, a loro è arrivata segnalazione relativa al 2018/19 e per questo ti avvisano. Non possono sapere che tu varierai in remittance e si basano sull'ultima presentata.

                            Comment

                            Working...
                            X