Annuncio

Collapse
No announcement yet.

fatturiamo per te è legale?

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • fatturiamo per te è legale?

    ciao informazione generale
    ma è legale una cosa del genere?
    [URL]https://www.fatturiamoperte.it/[/URL]

  • #2
    Originariamente Scritto da bose Visualizza Messaggio
    ciao informazione generale
    ma è legale una cosa del genere?
    [URL]https://www.fatturiamoperte.it/[/URL]
    Il bello è che dicono che è legale! Sono curioso di sapere poi a che titolo ti girano i soldi ahahah

    Comment


    • #3
      Legale o illegale non significano nulla: legale per chi? una cosa illegale in uno stato può essere legale in un altro.

      Comment


      • #4
        E' di fatto una umbrella company incorporata in UK. Qui sono abbastanza utilizzate e legali, non credo però un servizio del genere sia appropriato a livello internazionale.
        La cosa divertente è che questa società risulta essere di un soggetto italiano residente a genova, bello in chiaro in companies house che penso farà bene pertanto a fare provviste di vaselina o emigrare in fretta. [url]https://beta.companieshouse.gov.uk/company/09216550/officers[/url]
        Two roads diverged in a wood, and I took the one less traveled by. And that has made all the difference.

        Comment


        • #5
          C’è anche Winglio, sevizio molto più affermato a livello internazionale , loro operano per mezzo di due società, una in Irlanda e l’altra in Malesia

          Comment


          • #6
            Legale o illegale dipende da come viene fornito il servizio. Sicuro questa legale non lo è manco un pò.

            Già uno che per risparmiare 29£ di "service address" ci mette il suo italiano in bella mostra la dice tutta.

            Servizi come questi esistono e sono legali, e si lega al factoring per cui se non ricordo male serve pure licenza finanziaria.

            L'azienda cedente (il loro cliente), cede il credito commerciale ( la fattura da incassare ) alla società di factoring e questa si occupa di gestire l'incasso e gli eventuali ritardi nel pagamento.

            I crediti possono essere ceduti pro soluto se la società si assume il rischio di inadempimento del debitore, o pro solvendo se il rischio rimane in capo al cliente. Nel primo caso ovviamente il costo dell'operazione sarà maggiore. Dal valore nominale del credito si detrae la commissione calcolata come dicevo in base al pro solvendo/soluto, e si anticipa al cliente l'importo rimanente.
            Allo scadere del credito, il debitore pagherà la società di factoring.

            Con questa operazione l'azienda cedente migliora la sua situazione finanziaria smobilitando crediti ed incassando liquidità, si libera inoltre di tutte le incombenze legate ad eventuali ritardi del debitore.
            [URL="https://www.prestigeintercorp.com/"]Informazioni e Consulenze[/URL]

            Comment


            • #7
              Originariamente Scritto da Andy Fratton Visualizza Messaggio
              Legale o illegale dipende da come viene fornito il servizio. Sicuro questa legale non lo è manco un pò.

              Già uno che per risparmiare 29£ di "service address" ci mette il suo italiano in bella mostra la dice tutta.

              Servizi come questi esistono e sono legali, e si lega al factoring per cui se non ricordo male serve pure licenza finanziaria.

              L'azienda cedente (il loro cliente), cede il credito commerciale ( la fattura da incassare ) alla società di factoring e questa si occupa di gestire l'incasso e gli eventuali ritardi nel pagamento.

              I crediti possono essere ceduti pro soluto se la società si assume il rischio di inadempimento del debitore, o pro solvendo se il rischio rimane in capo al cliente. Nel primo caso ovviamente il costo dell'operazione sarà maggiore. Dal valore nominale del credito si detrae la commissione calcolata come dicevo in base al pro solvendo/soluto, e si anticipa al cliente l'importo rimanente.
              Allo scadere del credito, il debitore pagherà la società di factoring.

              Con questa operazione l'azienda cedente migliora la sua situazione finanziaria smobilitando crediti ed incassando liquidità, si libera inoltre di tutte le incombenze legate ad eventuali ritardi del debitore.
              Penso che l’autore del post non voglia un servizio di factoring (qualcuno che ti sconta le tue fatture emesse prima che il debitore paghi) ma piuttosto qualcuno che fatturi al posto tuo (a nome suo).

              Praticamente (quasi) un intermediario di commercio. Formalmente la società di fatturazione fattura il servizio/bene al cliente e poi tu fatturi alla società di fatturazione.

              Tipo come avviene sugli store di applicazioni: il gestore dello store fattura al cliente e poi tu fatturi allo store.

              Ma il problema è che poi comunque tu devi fatturare all’intermediario per poter incassare il ricavato. Come fai a fatturargli se non hai P. IVA o società, visto che usi il servizio proprio per cercare di evitare di aprire una P. IVA?

              Comment


              • #8
                Tecnicamente lo puoi fare anche con il factoring, emettendo fattura immediata con formula pro solvendo.
                Comunque sì ho capito cosa intendi e non è così semplice come la fanno apparire nel sito. Basta leggersi la Circolare ADE 45/E a cui loro stessi fan riferimento, per capire che il 98% dei clienti ai quali loro si rivolgono, semplicemente non può utilizzare il servizio.

                Molto semplicemente o hai p.iva o t'attacchi.
                [URL="https://www.prestigeintercorp.com/"]Informazioni e Consulenze[/URL]

                Comment


                • #9
                  Senza una lettura completa del sito, le impressioni manifestate sono giustificate, seppure molte d'esse permarrebbero comunque.

                  Sia questo, che il suo diretto concorrente mostrano però grande improvvisazione ed enormi lacune.
                  Quest'ultimo, apparentemente meglio strutturato, ad una prova ha immediatamente fatto risaltare grande incapacità e, proprio oggi - manco farlo apposta - una loro email mi avvisa che il mio cliente non avrebbe pagato la fattura da. loro emessa nel dicembre scorso, invitandomi a sollecitare.
                  A quel tempo, il mio cliente - io stesso - ha/ho pagato subito e, pur risultando sul mio account sia il pagamento che l'importo spettantemi, non riuscendo ad incassarlo, ho loro inviato una email di chiarimenti: il giorno seguente ho ricevuto un rimborso superiore al dovuto.

                  Ciò premesso, la faccenda è legale, naturalmente se ben strutturata e gestita nei dovuti modi.
                  Non a caso ci sto lavorando da un po' di tempo e, Covid-19 permettendo, tra qualche tempo sarò pronto ad operare compiutamente e, almeno inizialmente, con percentuali promozionali più ridotte.

                  Comment


                  • #10
                    Originariamente Scritto da bose Visualizza Messaggio
                    ciao informazione generale
                    ma è legale una cosa del genere?
                    [URL]https://www.fatturiamoperte.it/[/URL]
                    oltrre al nome del titolare e indirizzo in chiaro, sulla company house vedi anche i documenti e i bilanci della societá.

                    diciamo che non rispecchiano assolutamente i volumi che dicono di avere sul loro sito.
                    quindi i casi sono due: o sono falsi i dati sul sito, o sono falsi i bilanci

                    [url]https://beta.companieshouse.gov.uk/company/09216550/filing-history[/url]

                    senza contare che nel 2017 la societá ha uno strike-off

                    io ci starei lontano. Poi fate voi


                    Emi

                    Comment


                    • #11
                      A mio avviso non servono ad una beata mazza, a meno di non offrire servizi di factoring e/o cartolarizzazione.

                      1) girala come vuoi ma alla fine i soldi su un conto tuo personale devono arrivare. Di conseguenza se vivi in Italia sei punto a capo, o li dichiari o li invii ad un conto offshore e non li dichiari.

                      2) parliamoci chiaro: vi fate 2000 paranoie per il CRS, per capire se Transferwise scambia i dati su un bonifico da 500, per via del fatto che gli EMI possono sparire da un giorno all'altro... e poi andreste a dare i vostri bancari, nome-cognome ed infine mandato a ricevere pagamento ad una società terza chiaramente residente ed amministrata in Italia?
                      [URL="https://www.prestigeintercorp.com/"]Informazioni e Consulenze[/URL]

                      Comment

                      Working...
                      X