Annuncio

Collapse
No announcement yet.

BANCHE DI SAN MARINO

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • BANCHE DI SAN MARINO

    Salve ragazzi.
    Leggendo un po' in giro sul web, ho letto che in molti parlano che almeno 2 istituti bancari di San Marino sono ormai vicino al crac.
    Qualcuno sa' di quale banca si stia parlando.
    Grazie amici.

  • #2
    Io sinceramente spero che vadano a puttane tutte
    comprese quelle Svizzere...

    Comment


    • #3
      Pure quelle slovene direi

      Comment


      • #4
        Originariamente Scritto da Arto Visualizza Messaggio
        Pure quelle slovene direi
        personalmente, al momento, a me non hanno fatto assolutamente nulla di male,
        anzi ci lavoro e si comportano come Dio comanda...
        se auguro a qualcuno di morire è perché se lo merita!! e mi ha cagionato dei danni !!
        oppure ho certezza che abbiano fatto danni a qualcuno che mi è amico!
        Le Banche Austriache e Slovene non saranno esenti da difetti,
        ma certamente non sono comparabili con le Svizzere e San Marinesi...
        puttane da secoli che ora pretendono, ricucendosi la vagina, di proclamarsi: verginelle !!??

        PS. se sei Svizzero non è colpa mia...
        Last edited by Edmond_Dantès; 06/01/2016, 12:33.

        Comment


        • #5
          Concordo con Edmond, le banche Austriache sono 100 volte più corrette di quelle Svizzere

          Nel 2013 la nostra banca Austriaca ci ha mandato una circolare che avvisava dell'imminente scambio info con l'Italia a partire dal 2018, retroattivo fino a Gennaio 2014, nessun blocco dei fondi, e tutti i nostri clienti hanno potuto spostare i fondi dove meglio hanno creduto, anche blacklist.

          Ho sentito persone che hanno dovuto rivolgersi al tribunale cantonale per "convincere" la banca Svizzera a bonificare i fondi verso altra giurisdizione, la banca aveva ILLEGALMENTE bloccato i fondi per obbligare il clienti a fare la V.D.

          Il tribunale ovviamente ha sbloccato i fondi e sanzionato la banca per comportamento scorretto.

          San Marino mi fa pena, non esprimo giudizi.

          Comment


          • #6
            Non sono aggiornato sulla solidità finanziaria delle banche di RSM ma so di un'agevolazione recentemente attivata che permette di aprire un'attività a RSM pagando per 6 anni la metà dell'aliquota ordinaria quindi circa 8% ed ulteriori agevolazioni ci sono per le startup. Ho già due amici che hanno trasferito l'attività lì per usufruire di questa tassazione effettivamente molto vantaggiosa e particolarmente indicata per i pastasciuttari indomiti che non vogliono alzare i tacchi dalla penisola. Lato esterovestizione ho comq seri dubbi sulla "tenuta" di una struttura commerciale a RSM mantenendo moglie, figli, amanti in Italia....
            Two roads diverged in a wood, and I took the one less traveled by. And that has made all the difference.

            Comment


            • #7
              Originariamente Scritto da fabio Visualizza Messaggio
              Non sono aggiornato sulla solidità finanziaria delle banche di RSM ma so di un'agevolazione recentemente attivata che permette di aprire un'attività a RSM pagando per 6 anni la metà dell'aliquota ordinaria quindi circa 8% ed ulteriori agevolazioni ci sono per le startup. Ho già due amici che hanno trasferito l'attività lì per usufruire di questa tassazione effettivamente molto vantaggiosa e particolarmente indicata per i pastasciuttari indomiti che non vogliono alzare i tacchi dalla penisola. Lato esterovestizione ho comq seri dubbi sulla "tenuta" di una struttura commerciale a RSM mantenendo moglie, figli, amanti in Italia....




              A forza di stare 70 anni in mezzo ai comunisti si sono bevuti il cervello, era prevedibile...

              vedrete che cosa resterà delle banche comuniste una volta che Renzi e la sua corte di pagliacci, perderà il potere...

              verrà a galla come sono stati dispensati gli appalti, vedrete quanti cadaveri usciranno dai sepolcri, altro che films di Zombies....


              Comment


              • #8
                purtroppo in ogni banca di san marino ce la solita controllata italiana, e i primi problemi li hanno avuto appunto dai loro movimenti "sporchi " che hanno fatto fra italia e san marino, vi parlo anche di unicredit che deteneva quote rilevanti di una banca, della Carim ( credito industriale di san marino) di rimini che mi sembra sia in amministrazione straordinaria, dico tutte proprio tutte.
                detto questo mi sento di difenderle perche in fondo la banca non fa politica, ma sono stati i politici di san marino ( dietro la costrizione della black list ) a dire o ti adegui o ti tagliamo fuori. infatti in 2 anni di adeguamento san marino ha sofferto le pene dell'inferno per raggiungere gli standard. Si racconta addirittura che la black list di rsm fu merito di tremonti perche qualche anno addietro fu tacciato dal monte come consulente, percui se ci rimase male o no non si sa. ma certo e partito tutto da lui che all'epoca era lui il ministro.
                Alla base di tutto cio ce solo la polita che mangia per conto suo finche gli conviene ( vedasi ora che a rsm li stanno mettendo dentro tutti quelli della vecchia p. )
                Per quanto cercare di dare una risposta a chi ha aperto la discussione direi che la cassa di risparmio di san marino dovrebbe essere la piu solida non perche ha fatto anche lei le sue zozzerie ma perche in cassaforte ha tutti i tfr e pensioni dei lavoratori di rsm.
                La banca agricola ha fatto una fusione con la vecchia IBS assorbendo marchio e dipendenti e struttura, fatto sta che ora indietreggia chiudendo filiali. quelli della vecchia ibs contrari alla fusione hanno aperto la BSI che in 2 anni ha aperto molte filiali, ce l'asset bank che non mi ha mai inspirato a pelle almeno, ma diversamente dai valori di rating o balle simile, io personalmente misuro il benessere di una banca con il numero di filiali. piu filiali vuol dire + soldi.
                concludo con una frase che vorrei diventasse storica. " san marino è piu italia dell'italia" questo per far capire che la collaborazione/ trasparenza etc.. con l'italia è al primo posto.
                non scrivetemi perche no me ne frega niente.

                Comment


                • #9


                  siamo, se non sbaglio, nel 2016...
                  Berlusconi è stato defenestrato dal golpe Napolitano/Monti/Fornero del 2011...
                  ed ogni giorno sento in Televisione i ministri-capre e le velineministre di Renzi, oltre ovviamente a lui stesso,
                  che continuano a ripetere il refrain: "è tutta colpa dei governi di Berlusconi...."





                  in effetti: " ...è stata tutta colpa di Mussolini", fino alla fine degli anni 80...
                  dovremo sopportarli ancora questi sparaballe: facce di bronzo; almeno fino al 2060...

                  premesso che non ho mai votato Berlusconi e mi è sempre stato sui coglioni... lui e Tremonti...


                  sono convinto che, se:
                  nel 2011 il cambio €/$ fosse andato ai valori attuali...
                  grazie a
                  Gheddafi e Putin...
                  un infartino alla Merkel, la sifilide di Holland...
                  ed una provvidenziale buccia di banana
                  (su cui Hobama cadendo si poteva frantumare il cranio nel 2011)...
                  oggi, avremmo un PIL almeno al 6%...
                  come ai tempi di Craxi e certamente...
                  a Berlusconi avreste fatto un statua equestre !!




                  ...le 4 bankine rosse, sono solo l'inizio, vedrete:
                  quando toccherà alla Popolare di Vicenza !

                  Comment


                  • #10
                    Originariamente Scritto da Edmond_Dantès Visualizza Messaggio

                    sono convinto che, se:
                    nel 2011 il cambio €/$ fosse andato ai valori attuali...
                    Sicuramente qui a Londra mi sarei potuto permettere al massimo un box auto....
                    Two roads diverged in a wood, and I took the one less traveled by. And that has made all the difference.

                    Comment


                    • #11
                      san marino era già morta 6 anni fa, adesso rimane solo una meta per turisti.
                      http://www.voxeurop.eu/en/content/ar...eath-tax-haven
                      I problemi non possono essere risolti allo stesso livello di conoscenza che li ha creati. Albert Einstein.

                      Comment


                      • #12
                        Un accordo siglato dalla UE con San Marino, che renderà più difficile per i cittadini dell' Unione nascondere denaro dal fisco in conti bancari sammarinesi, è stato approvato dal Parlamento in una votazione Giovedi 25 Febbraio.
                        Secondo l'accordo, l'UE e San Marino si scambieranno automaticamente le informazioni sui conti bancari dei rispettivi residenti, a partire dal 2017. L'accordo assicura che San Marino applicherà misure più restrittive, equivalenti a quelle in vigore all'interno dell'UE dal marzo 2014. L' accordo è anche conforme allo standard globale 2014 sulla scambio automatico di informazioni promosso dall'OCSE ( AEOI ) .

                        L'UE e San Marino hanno firmato un accordo nel dicembre 2015 al fine reprimere le frodi e l'evasione fiscale. Le informazioni da scambiare comprenderanno non solo il reddito, quali interessi e dividendi, ma anche i saldi e proventi derivanti dalla vendita di attività finanziarie.

                        Le amministrazioni fiscali negli Stati membri dell'UE e di San Marino saranno in grado di individuare correttamente e inequivocabilmente i contribuenti interessati; amministrare e far rispettare le loro leggi fiscali in situazioni transfrontaliere; valutare la probabilità di frode fiscale perpetrata, ed evitare inutili ulteriori indagini.

                        L'accordo entrerà in vigore il primo gennaio del prossimo anno. Accordi analoghi sono stati conclusi con la Svizzera e il Liechtenstein.

                        Comment


                        • #13
                          e con questo e tombole !

                          Scaduti i tempi previsti per la voluntary disclosure (lo scorso 30 novembre), le banche di San Marino stanno bloccando i conti correnti dei clienti che chiedono il trasferimento della liquidità in Italia. Non solo. I titolari rischiano per giunta di ritrovarsi a dover rispondere di “sospetto riciclaggio”.
                          Stando al caso ricostruito ieri dal quotidiano economico Italia Oggi, la comunicazione è arrivata a un contribuente italiano che dopo aver avviato le previste procedure per quella che letteralmente è una volontaria comunicazione di capitali detenuti illecitamente all’estero ha inviato alla propria banca la documentazione comprovante l’adesione al programma di emersione. Per tutta risposta, invece di vedere il movimento dei fondi sul proprio conto italiano, al malcapitato cliente è stata recapitata un’informativa della Banca Centrale della Repubblica di San Marino (l’autorità di vigilanza del Titano).
                          Missiva con cui si richiede all’autorità giudiziaria locale (il commissario della legge) il sequestro del rapporto bancario per “sospetta attività di riciclaggio”. Il contribuente, per aver avviato ma non ancora portato a compimento il rimpatrio dei capitali, si è così visto bloccato l’accesso ai propri conti correnti. Un caso che si presume non sia isolato. Nel frattempo però, rispetto prevista alla scadenza dello scorso 30 novembre, va anche detto che il Tesoro starebbe ragionando sulla possibilità di trasformare la voluntary disclosure in una possibilità a tempo indeterminato, in via definitiva. Ipotesi per cui si ragionava proprio di febbraio 2016. Ma l’ufficialità ancora non c’è.
                          Stando ai calcoli dell’Agenzia delle Entrate diffusi dal Ministero dell’Economia a fine anno il gettito garantito alle casse dello Stato dalle adesioni alla voluntary disclosure arrivate nel 2015 vale poco più di 3,8 miliardi (3.834.306.000 euro). In tutto 9.343 le procedure registrate in Emilia Romagna, per un totale di 129mila e 3,8 miliardi di euro di gettito per le casse dello Stato. Appena l’1,9% delle somme regolarizzate (dati aggiornati proprio al 30 novembre 2015) proviene dalla Repubblica di San Marino, per un totale di un miliardo 131 milioni e 580 mila euro. Soldi che non rappresentano solo moneta contante, ma l’insieme delle attività finanziarie uscite dall’Antica Repubblica, compresi titoli e obbligazioni.
                          Sarebbero invece 200-300 i milioni di capitali italiani esportati illegalmente stimati dalla Banca d’Italia. Detto che una parte di quei soldi in Italia non la si rivedrà più, molti investitori e risparmiatori sono stati indecisi fino all’ultimo se procedere o meno, muovendosi effettivamente quando era troppo tardi. Motivo per cui una riapertura della voluntary disclosure potrebbe raccogliere ancora numerose adesioni. Era invece già chiaro che ci sarebbe stata una fase due per la “voluntary disclosure”, tutt’altro che volontaria. Chiusa la finestra per il rimpatrio protetto dei capitali, il Fisco si era detto determinato a stanare gli irriducibili con gli strumenti a sua disposizione, a cominciare dallo scambio di informazioni diretto con gli altri Paesi.
                          non scrivetemi perche no me ne frega niente.

                          Comment


                          • #14
                            ....spettacolo....

                            Comment


                            • #15
                              Originariamente Scritto da Escape Visualizza Messaggio
                              Concordo con Edmond, le banche Austriache sono 100 volte più corrette di quelle Svizzere

                              Nel 2013 la nostra banca Austriaca ci ha mandato una circolare che avvisava dell'imminente scambio info con l'Italia a partire dal 2018, retroattivo fino a Gennaio 2014, nessun blocco dei fondi, e tutti i nostri clienti hanno potuto spostare i fondi dove meglio hanno creduto, anche blacklist.

                              Ho sentito persone che hanno dovuto rivolgersi al tribunale cantonale per "convincere" la banca Svizzera a bonificare i fondi verso altra giurisdizione, la banca aveva ILLEGALMENTE bloccato i fondi per obbligare il clienti a fare la V.D.

                              Il tribunale ovviamente ha sbloccato i fondi e sanzionato la banca per comportamento scorretto.

                              San Marino mi fa pena, non esprimo giudizi.

                              concordo

                              Comment

                              Working...
                              X